statua di Don OrioneIl Centro Don Orione di Monte Mario è gestito dall’Ente ecclesiastico Provincia Religiosa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo dell’Opera Don Orione della Congregazione della “Piccola Opera della Divina Provvidenza” civilmente riconosciuto con D.P.R. del 14 ottobre 1969, n. 897, iscritto al n. 742/1.987 del registro delle persone giuridiche private presso la Prefettura di Roma.

Detta Congregazione è stata fondata, circa un secolo fa, da San Luigi Orione (1872-1940).

Don Orione, un prete laureato in carità

Don Orione, nacque a Pontecurone (AL) il 23 giugno1872, morì a San Remo (Imperia) il 12 marzo 1940, a 68 anni di età.
Fu canonizzato da Giovanni Paolo II, il 16 maggio 2004.
Egli fu sacerdote di Cristo totalmente e gioiosamente, percorrendo l’Italia e l’America Latina, consacrando la propria vita a coloro che più soffrono, a causa della sventura, della miseria, della cattiveria umana.
Povero tra i più poveri, spinto dall’amore di Cristo e dei fratelli più bisognosi, fondò la Piccola Opera della Divina Provvidenza (Sacerdoti e Religiosi orionini e le Piccole Suore Missionarie della Carità), con la partecipazione di laici impegnati, in fedeltà al carisma della Sua Opera.
Egli si è lasciato solo e sempre condurre dalla logica dell’amore:
amore a Dio, a Cristo, a Maria, alla Chiesa, al Papa, agli uomini, specialmente i più poveri, i sofferenti, gli emarginati, i disperati.
La fiducia nella Divina Provvidenza è la chiave di lettura della vita personale, comunitaria e apostolica di Don Orione.
Fedeli a questa singolare spiritualità i suoi Figli (religiosi e laici) si propongono di essere il “Don Orione oggi”, considerando un privilegio servire Cristo nei poveri .
Tutte le “Opere” dell’Ente, tra cui quelle che saranno illustrate nel presente documento, si ispirano al carisma trasmesso dal fondatore che è quello di “diffondere la conoscenza e l’amore di Gesù Cristo, della Chiesa e del Papa, mediante l’apostolato della carità, fra i piccoli di età e di condizione, tra i poveri e i malati perché come diceva Don Orione “Nel più misero degli uomini brilla l’immagine di Dio”.
Dette “Opere” costituiscono uno strumento per la missione di apostolato, di catechesi ed educazione cristiana, ossia strumento per il raggiungimento del fine di culto e religione proprio dell’Ente.